5 rimedi per dire addio alle formiche

Per tenere le formiche lontane dal proprio giardino o dal proprio appartamento non è indispensabile fare affidamento sugli insetticidi o sugli altri prodotti artificiali che si possono trovare in commercio a prezzi esorbitanti: a volte, infatti, sono molto più efficaci i rimedi adottati con ingredienti naturali. Questi piccoli invasori rappresentano spesso un fastidio sgradevole in casa, ed è questo il motivo per cui è opportuno cercare di allontanarli, anche perché a volte rischiano perfino di danneggiare le piante. Ecco, allora, un elenco di rimedi naturali per eliminare il pericolo, realizzati con prodotti che in genere abbiamo già nella dispensa di casa.

1. Il primo sistema è quello che prevede di usare la cannella, un ingrediente che si caratterizza per un odore molto forte e piuttosto pungente: di solito non dà fastidio all’uomo, ma di certo risulta molto sgradito alle formiche, che hanno un senso dell’olfatto decisamente sviluppato, più degli altri insetti. Una peculiarità che possiamo sfruttare a nostro vantaggio, diffondendo negli ambienti degli aromi che inviteranno i piccoli invasori ad andarsene. Un po’ di olio essenziale alla cannella è quel che ci vuole: è sufficiente mescolarne mezzo cucchiaino in una tazza d’acqua e mescolare il tutto, per ottenere una miscela al cui interno immergere un batuffolo di cotone da passare nei punti in cui di solito si concentrano le formiche. Tale procedimento deve essere ripetuto una volta al giorno, fino a quando non ci sarà più alcuna traccia degli insetti.

2. In alternativa, si può fare ricorso anche al pepe di Cayenna, a sua volta perfetto per fare cambiare direzione di marcia alle formiche. Dopo aver messo a bollire una pentola di acqua il più grande possibile, vi si aggiunge un po’ di pepe di Cayenna. Quindi, si spegne il fuoco e si versa l’acqua bollente nei punti e nei buchi da cui provengono le formiche, che si tratti di piccole crepe nelle mattonelle del cortile, di fori nel giardino o di qualsiasi altra via di accesso. Ovviamente si tratta di un rimedio piuttosto crudele, in quanto le formiche rimarranno uccise dall’acqua bollente, ma la soluzione sarà definitiva.

3. Per un rimedio un po’ meno cruento, in ogni caso, si può decidere di adoperare l’aceto: il principio è lo stesso di cui abbiamo parlato per la cannella, tenendo conto dell’odore molto pungente di questo prodotto. Il fatto che si tratti di un ingrediente che costa poco è un altro pregio che merita di essere preso attentamente in considerazione: basta mettere in un flacone spray una parte di acqua e una parte di aceto e unire poche gocce di olio essenziale al limone, che ha un profumo a sua volta sgradito per le formiche. Dopo aver agitato il flacone, si spruzza nei punti invasi dagli insetti.

4. Perfino lo zucchero può essere utile per dire addio una volta per tutte alle formiche: in questo caso, però, non si tratta di un ingrediente che le uccide, ma di un ingrediente che serve ad attirarle verso un altro prodotto che decreterà la loro fine. Basta un cucchiaino e mezzo di borace in un paio di tazze di acqua bollente per raggiungere il risultato che si desidera.

5. Infine, l’ultima soluzione da prendere in considerazione va individuata nella terra di diatomea, che è composta con i resti fossilizzati di fitoplancton marino: si tratta di un killer naturale a cui le formiche non possono scampare. Disponibile sotto forma di polvere, ha un effetto letale nei confronti degli insetti, in quanto aderisce al loro esoscheletro e li fa seccare fino a portarli alla morte. Il prodotto può essere acquistato senza problemi in qualsiasi negozio di giardinaggio, ma si trova facilmente anche su Internet e non è pericoloso per l’uomo.