Ascoltare la gente che si lamenta sempre toglie energie

Lo stile di vita moderno è così esigente in ogni ambito che, inevitabilmente, almeno una volta ci siamo lamentati tutti di ciò che avremmo dovuto affrontare. Sebbene sia una reazione naturale che permette di liberare la tensione in situazioni complesse e dolorose a volte, senza rendercene conto chi si lamenta sempre si trasforma in un ladro di energie.

Nonostante non sia una cosa negativa provare empatia nei confronti di una persona a noi cara che sta male, ascoltare sentire lamentele tutto il giorno è più dannoso di quanto possiamo pensare.

Questo comportamento diventa talmente tossico e manipolatore da farci credere di essere egoisti o insensibili per il semplice fatto di non essere più disposti ad ascoltare.
Per questo motivo, è importante saperlo identificare, conoscere gli effetti della sua negatività nelle proprie vite e cosa fare al riguardo.

Il profilo di una persona che si lamenta sempre

Una persona che si lamenta di continuo rinnega la sua vita, si mostra sempre vittima delle circostanze e, soprattutto, non fa nulla per cambiare quello che la tormenta.

Sebbene all’inizio possa sembrarvi normale, con il passare del tempo, vi renderete conto che le lamentele sorgono più perché fanno parte del modo di essere di questa persona che per una reale situazione difficile.

Diventano un vero e proprio atto, cosciente o incosciente, di manipolazione con il quale la persona cerca di generare colpa, compassione o solidarietà, quasi sempre per non assumersi le proprie responsabilità.

Vi sentite subito in obbligo di aiutarla e di risolvere i suoi problemi o, perlomeno, asciugarle le lacrime.

Ascoltare la gente che si lamenta sempre: conseguenze

Il comportamento delle persone che si lamentano di continuo è così negativo che, all’improvviso, iniziate a sentirvi più sovraccaricati del dovuto.

Sebbene sappiate consigliarle ed aiutarle, essere disposti a sopportare il loro modo di essere, a poco a poco, vi toglierà una parte significativa di energie.

E, benché sia difficile notarlo, il cervello soffre dei cambiamenti in seguito alle emozioni generate dalle lamentele costanti dell’altra persona.
Sentimenti quali frustrazione, colpa e tristezza modificano alcuni processi che secernono ormoni nel cervello incrementando la tendenza ad avere:

Sbalzi d’umore.

Difficoltà nel risolvere i propri problemi.

Diminuzione della concentrazione.

Pensieri negativi.

Cosa fare per affrontare le persone che si lamentano sempre?

Nella vita non tutto va come l’avevamo previsto e ci troviamo speso ad affrontare sfide inattese. Ciò nonostante, non serve a nulla frustrarci o amareggiarci.

Le energie che sprechiamo lamentandoci sono quelle delle quali abbiamo bisogno per superare le situazioni che ci sembrano un ostacolo.

Per questo motivo, oltre ad evitare di lamentarci troppo, è importantissimo capire che non siamo obbligati ad ascoltare ed aiutare chi lo fa.

Non possiamo pretendere di risolvere i problemi altrui quando, invece, abbiamo bisogno trovare una soluzione ai nostri.

Allora, cosa fare?

1. Prendere le distanze

Sempre nei limiti del possibile, cerchiamo di allontanarci da queste persone il più possibile, in quanto cercheranno di manipolarci con il loro comportamento.

Meno attenzioni dedicheremo loro, prima capiranno che non siamo disposti a sprecare le nostre energie ascoltando i loro pensieri negativi.

2. Fargli capire che il problema è il loro e non nostro

Anche se decidiamo di ascoltare le loro lamentele, facciamo capire a queste persone che i loro problemi scaturiscono dal loro modo di pensare.

Evitiamo di farci prendere troppo dalla situazione e diamo alla persona consigli per risolvere la situazione da sola e con i suoi mezzi.

3. Non mostrarsi deboli

Dato che queste persone manipolano con i loro comportamenti, è importante mettere dei limiti e far capire loro che non siamo disposti ad aiutarle per qualsiasi problema ci presentino.

Sebbene a volte l’empatia sia inevitabile, dobbiamo tenere la situazione sotto controllo in modo da non dover sentire la necessità di aiutare quando non ne abbiamo le competenze.

4. Stabilire dei limiti

Abbiamo il diritto di evitare che una persona che si lamenta sempre non ci assilli con le sue tragedie e lamentele.

Se siamo stanchi di ascoltare continuamente questi pensieri negativi e poveri di ogni logica, diciamo chiaramente che non ci fa piacere e che preferiamo non essere la spalla su cui piangere.

Avete un amico o un parente che si lamenta sempre? Allora, è arrivato il momento di agire. Evitate di fare il suo stesso gioco perché, prima o poi, vedrete che la sua negatività inizierà a ripercuotersi sulla vostra vita.

Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.