Cani e gatti avvertono con anticipo i terremoti: ecco come riconoscere i segnali

Alcuni scienziati inglesi hanno dimostrato che i cani e i gatti sono in grado di percepire con anticipo l’arrivo di un terremoto. Ecco come riconoscere i segnali

Cani e gatti avvertono con anticipo i terremoti: ecco come riconoscere i segnali – Gli animali domestici, si sa, sono in grado di migliorare la qualità della nostra vita offrendoci compagnia, amore e protezione. I nostri amici a quattro zampe, però, possono anche salvarci la vita grazie ad alcune particolari caratteristiche che li rendono unici. Per esempio riescono ad avvertirci di un pericolo imminente come può essere un terremoto, con grande anticipo rispetto alla nostra percezione. Tra questi animali dotati di “sesto senso”, ci sono senz’altro i cani e i gatti che hanno la straordinaria capacità di avvertire i cambi di energia che caratterizzano la terra e dunque avvertono con anticipo l’arrivo di un temporale o, cosa più importante, quello di un terremoto

Alcuni ricercatori dell’Università di Cambridge, in Inghilterra, sono riusciti a spiegare come gli animali siano in grado di percepire gli ioni positivi rilasciati dalle rocce nei momenti precedenti all’arrivo di un terremoto. Inoltre sappiamo che molti animali possiedono una sensibilità uditiva maggiore di quella dell’uomo, il quale è in grado di udire i suoni aventi una frequenza superiore ai 16 hertz (Hz), ma non oltre i 16.000-20.000 Hz. Al di sotto dei 16 Hz si parla di infrasuoni, al di sopra dei 20.000 Hz si parla di ultrasuoni: i cani sono invece in grado di udire suoni di frequenza sino a 60.000 Hz, i gatti addirittura fino a 70.000 Hz.

Gli animali, insomma, agiscono come delle spie contro i terremoto, tutto sta a saperli interpretare: Il cane di solito abbaia in maniera insistente ed insolita, arriva addirittura a mordere il padrone per avvertirlo, i gatti si agitano, tentano di fuggire.