Come un pallet puo’ diventare una fioriera

Sono sufficienti solo due ore per far diventare un banale pallet una splendida fioriera da mettere in giardino: una soluzione che permette di arredare in maniera piacevole e originale il proprio spazio verde, ma anche un cortile o un balcone, riciclando il legno dei bancali che, di solito, dopo essere stato utilizzato è destinato a finire tra i rifiuti.

La procedura da seguire è alquanto semplice, anche perché questo tipo di legno è molto semplice da lavorare: anche se non si è dei maghi del bricolage o se ci si sta cimentando per la prima volta con il fai da te, il risultato che si ottiene è unico e speciale e volendo lo si può personalizzare come si desidera, aggiungendo un tocco di colore o delle decorazioni.

Il legno del pallet, infatti, può essere lasciato così com’è, grezzo e al naturale, oppure colorato con una mano di vernice: in questo secondo caso, la sola accortezza che è bene adottare è quella di ricorrere a un tipo di vernice ad acqua, che garantisce risultati più apprezzabili non solo dal punto di vista estetico, ma anche sul piano della tenuta e della longevità. Non c’è altro da fare, quindi, che cominciare a procurarsi il pallet per poi mettersi al lavoro.

COSA OCCORRE PER TRASFORMARE UN PALLET IN UNA FIORIERA

Il materiale occorrente per la trasformazione di un pallet in una fioriera, al di là del pallet stesso, è rappresentato da tutti gli attrezzi di lavoro tipici di un’operazione del genere: un seghetto o una sega più grande per tagliare i pezzi, un martello per eliminare i chiodi che potrebbero sporgere, viti, bulloni e colla a caldo per assemblare. Soprattutto se si è alle prime armi, è meglio provvedere a indossare un paio di guanti e una mascherina per proteggere le mani e il volto.

A questo punto, tutto è pronto per fare in modo che una banale pedana in legno diventi un supporto elegante e pratico in cui accogliere fiori e piante di ogni genere.

Questo è, come si può immaginare, solo uno degli infiniti utilizzi alternativi del pallet, con il quale si possono realizzare anche delle panchine, delle sedie, degli sgabelli, dei tavoli o perfino dei divani.

Insomma, al di là della fioriera, se si hanno a disposizione più pallet nulla vieta di rivoluzionare l’arredamento del giardino da cima a fondo.

Prima di tutto, però, è il momento della fioriera: dopo aver trovato uno spazio sufficientemente ampio per operare, privo di ostacoli e in cui ci si possa muovere, si può cominciare.

COME FARE PER TRASFORMARE UN PALLET IN UNA FIORIERA

La prima operazione da compiere consiste nel tagliare il pallet con un seghetto in tre parti: non è necessario effettuare misurazioni troppo precise, in quanto è sufficiente che i tre pezzi abbiano lo stesso numero di assi.

A questo punto, ognuno dei pezzi può essere levigato: a questo scopo si può usare un attrezzo professionale, se si è in grado di usarlo, ma in alternativa va bene anche un po’ di carta vetrata, utile per rimuovere tutte le imperfezioni del legno e anche per asportare le eventuali schegge che dovessero essere presenti.

Quando i tre pezzi sono pronti, è necessario rovesciarli per togliere le assi che non serviranno: ci si può aiutare con un martello, facendo attenzione a non farsi male (è per questo motivo che è consigliabile indossare un paio di guanti da lavoro).

A questo punto la fioriera sta prendendo forma e deve solo essere assemblata. I tre pezzi vanno ricomposti in modo tale che uno costituisca la base mentre gli altri due siano i lati lunghi della fioriera.

Volendo, si possono creare dei “piedini” o degli appoggi con i pezzi di legno che sono stati scartati in precedenza, in maniera tale da avere a che fare con una fioriera rialzata.