L’amore ha 5 fasi, ma la maggior parte delle coppie non supera la terza.

Almeno una volta nella vita, capita a tutti di innamorarsi.

Inizialmente l’amore ci rende euforici, del nostro partner adoriamo qualsiasi cosa, tutto ci sembra perfetto, ci sentiamo quasi ubriachi.

A poco a poco però, le cose iniziano a cambiare, arrivano le difficoltà, i momenti di riflessione, la consapevolezza.

Può arrivare una rottura: quell’amore che sembrava perfetto, non è più perfetto, la persona giusta, non è più quella giusta.

Perché accade questo?

Perché l’amore non è qualcosa di immobile, di statico e di conseguenza le relazioni sono in continua evoluzione.

Ci sono 5 fasi che tutte le relazioni attraversano e molte coppie non riescono a superare la terza.

Come ci spiega il dr Jed, in molti arrivati in questa fase, comprendono di avere una relazione con la persona sbagliata.

È la fase più “dura”, quella del disincanto e solo gli amori forti e autentici la superano.

Per loro questa fase, rappresenta un inizio.

Ma vediamo nel dettaglio le 5 fasi o “stagioni” dell’amore:

1. Innamoramento

È la fase dove si apre il sipario su uno scenario da sogno.

Ci sentiamo protagonisti di un amore perfetto, pensiamo che durerà per sempre, crediamo che soddisferà tutti i nostri desideri e completerà la nostra vita.

È quando il corpo rilascia ormoni come la dopamina, che danno una sensazione di felicità e soddisfazione.

La coppia innamorata crede che questi sentimenti rimarranno immutati per sempre, ma non è esattamente così.

2. Diventare una coppia

È il momento in cui il nostro amore aumenta, i sentimenti si materializzano e diventiamo una coppia.

Di solito, in questa fase ci si sposa e si decide di avere dei figli.

Si costruisce una famiglia, si superano le difficoltà insieme, si collabora, aumenta la complicità, il sostegno.

È quando una coppia si sente unita, sicura, felice e a suo agio.

3. La disillusione

Per molte coppie questa fase è l’inizio della fine. Si inizia a discutere per le piccole cose, ci si sente meno amati.

Si avverte il bisogno di uscire da una sorta di trappola, ci si chiede che fine abbia fatto la persona della quale ci si era innamorati.

È il momento in cui uno o entrambi, possono decidere di separarsi.

Il Dr. Jed spiega che questa fase può essere vista come una specie di “inferno”, ma in realtà è molto importante per la relazione.

È l’opportunità che la coppia ha per bruciare tutte le illusioni e per imparare finalmente ad amarsi per quello che sono.

È quando si smette di avere “proiezioni” l’uno sull’altro, quando non si ama più un sogno perfetto, ma una persona reale, in carne e ossa.

4. Costruire un amore vero e duraturo

Dopo aver superato il terzo stadio e aver realizzato ciò che causa dolore e conflitto nella relazione, la coppia può andare avanti e costruire un amore più forte e più vero.

Durante questa fase, si diventa alleati e ci si aiuta l’un l’altro per guarire qualsiasi trauma o paura. Ci si accetta il per quello che si è realmente.

5. Cambiare il proprio mondo

Se una coppia non riesce a risolvere i conflitti personali e ad amare nel modo giusto, non sarà in grado di cambiare il mondo che la circonda.

Oggi giorno nel mondo accadono eventi disastrosi, violenti, che spaventano e fanno tremare dentro.

Una casa dove amore, protezione, comprensione e rispetto sono presenti, rappresenta un piccolo mondo che sostiene, sostiene, consola e affronta.

Cosa ne pensate?

Lasciateci la vostra opinione e condividete per conoscere il parere dei vostri amici!