Lavanderia DIY-12 ottimi consigli per un bucato senza macchie

A – Quando gli adolescenti crescono ed assumono le prime grandi responsabilità: oggi devo lavare i miei indumenti

Ciao a tutti, mi chiamo Jessica ed ho sedici anni. Dovete sapere che i miei genitori sono severi e se capita che si persuadano che una loro idea è giusta non c’è verso che la cambino. Anche i vostri? Ma si, sono tutti uguali! Le mamme poi di figli dinamici e sportivi in continua attività ed eternamente sotto la doccia non finiscono mai di fare lavatrici, stendere il bucato, piegare, stirare, dividere e riporre gli indumenti negli armadi. Roba da sballo, oggi ci credo!

Mia madre un bel giorno usurata dai lavori domestici ha deciso di prendersi qualche ora di svago in palestra affidando a me e al mio fratellino minore l’arduo compito di occuparsi dei panni da lavare, di lavare i nostri vestiti sporchi utilizzando il locale dell’abitazione adibito a lavanderia, stireria e guardaroba.

video

Autorizzati all’accesso in zona lavoro io e Gianluca gioco forza abbiamo dovuto imparare ad usare lavatrice asciugatrice detersivi e ammorbidenti. Con pessimo risultato ovviamente! Confesso che sono stati giorni tristissimi, davvero drammatici in cui ne abbiamo combinate veramente di tutti i colori. Più volte abitini, camicette e biancheria a cui tenevamo tanto sono usciti dagli oblò degli elettrodomestici della lavanderia in condizioni pietose, con colorazioni variegate, stropicciati, oppure di un bianco appassito e talmente ingrigiti da sembrare strofinacci per le pulizie. Un vero disastro! Mamma ha tenuto duro, “il Giangi” ha mollato ed io ho accettato di lavare anche i suoi abiti sporchi in cambio di “consulenze” per i compiti di matematica.

B – Come sono riuscita a superare le difficoltà quando ho iniziato la mia attività di lavandaia teenager

Perseverando con tenacia mi sono affidata alla Rete e per superare le difficoltà nel fare il bucato giornaliero ho cercato nei browser consigli per ottenere un bucato impeccabile, come usare lavatrice e asciugatrice in modo ottimale, prodotti eccellenti per lavare indumenti delicati. Mi sono imbattuta in numerosi e interessantissimi blog DIY specializzati in lavanderia casa. Ne ho selezionati alcuni ai quali mi sono iscritta ricavandone informazioni preziose e molte amiche che mi hanno fornito dritte fantastiche. Ora intendo condividerle con voi.

Le amiche di blog e i 12 ottimi consigli per ottenere un bucato senza macchie

1. Sara sostiene che un foglio di alluminio appallottolato nella asciugatrice mescolato con i panni contribuisca a velocizzare il lavoro della macchina ed a togliere ogni traccia di umidità. Una palla di alluminio mantiene la propria efficacia per circa sei mesi.

2. Da Anna ho imparato ad apprezzare le infinite qualità dell’aceto di vino disinfettante ed antibatterico, aromatizzante naturale del dryer della lavatrice ed ammorbidente per i capi dai tessuti duri e resistenti.

3. Utilizzare il gesso per togliere le macchie di grasso dai tessuti è un espediente suggeritomi da Alina , o meglio i gessetti bianchi con i quali a scuola scriviamo sulle lavagne strofinati sulle macchie di unto prima del lavaggio in lavatrice assorbono il grasso facendo uscire panni immacolati.

C – I metodi

4. Enrica mi ha svelato che qualche cubetto di ghiaccio mescolato ai panni che girano nell’asciugatrice impedisce che essi prendano brutte pieghe, a condizione di non esagerare nelle quantità sia del ghiaccio che degli indumenti.

5. Un trucco veramente speciale per mantenere vividi i colori degli indumenti è quello di aggiungere più di una manciata di sale all’interno della lavatrice mentre procede al normale bucato. Il cloruro di sodio, dice Elisabetta, serve a fissare i colori dei tessuti quando vengono tinti ed elimina le striature calcaree durante il lavaggio.

6. Liliana usa togliere le macchie d’inchiostro dai tessuti utilizzando lacca e disinfettante per le mani cospargendo i prodotti sugli aloni bluastri per circa 10 minuti prima di mettere gli indumenti in lavatrice. Molti prodotti a base di alcool, ovvero di etanolo, hanno la straordinaria capacità di agire come solventi contro macchie per tradizione considerate inamovibili.

7. Caterina per non dimenticare nulla della “guida per il bucato impeccabile” scrive ogni informazione sulla lavatrice e sull’asciugatrice. Ho preferito creare una piccola “agenda della perfetta lavandaia” con tutti i consigli che ho reperito online.

D – Metodi finali

8. Sonia era disperata perché il suo abito estivo preferito si era ristretto con l’asciugatura. L’ha messo in ammollo con un balsamo per capelli ricco di elementi naturali emollienti che hanno ammorbidito le fibre del tessuto. L’abito è tornato come nuovo.

9. Marta ridona lucentezza ai capi bianchi con i limoni. Fa bollire i limoni tagliati in pezzi per alcuni minuti nell’acqua in cui poi immergerà i capi ingialliti. Dopo il lavaggio torneranno candidi e luminosi. Meglio asciugarli all’aperto.

10. Aggiungi una palla da tennis ai capi pesanti che girano in asciugatrice per renderli morbidi e vaporosi, consiglia Vanessa. Ho provato con le coperte, le trapunte ed i piumini delle camere da letto. Una meraviglia!

11. Il suggerimento più importante l’ho ricevuto da Regina, la mia mamma. Tieni sempre pulita la lavatrice, mi ha detto, usa aceto e bicarbonato per effettuare frequenti lavaggi senza carico.