Ti sei mai sentito in collera con te stesso per aver aperto il tuo cuore a chi non lo merita?

Nella vita non si finisce mai di imparare.

Le esperienze felici si intersecano con quelle dolorose e sono proprio quest’ultime che spingono a cercare un modo per sentirsi in pace con se stessi e con il mondo.

Quel momento in cui ti rendi conto di aver commesso “un grande e indimenticabile errore”, può essere uno spartiacque nella tua vita.

Uno dei miei più grandi desideri è trovare equilibrio e pace.

Dopo la fase di ricerca, di insicurezze, fretta e un po’ di impazienza, oggi voglio davvero la tranquillità del mio cuore.

Questo è il motivo per cui ho ridotto l’intensità delle mie aspettative e ho lottato per non essere ferito da ciò che non posso controllare.

Reciprocità, amore, attenzione, amicizia e considerazione, sono incontrollabili.

Il massimo che possiamo fare è proteggerci. Non correre il rischio di farci del male.

Imparare a proteggere la nostra vulnerabilità.

Imparare ad amarci.

Quante volte ci siamo sentiti in collera con noi stessi per aver aperto il nostro cuore così buono a coloro che non lo meritano?

Quante volte ci siamo pentiti della nostra gentilezza, docilità e generosità nei confronti di chi non si è mai preoccupato per noi?

E quante volte abbiamo sprecato il nostro tempo nutrendo relazioni unilaterali, cercando di essere gentili, premurosi e amorevoli con chi non ha mai avuto cura di noi?

Non è questione di indurire i nostri cuori, di lasciare da parte la dolcezza e la delicatezza, ma di imparare a separare le zizzanie dal grano.

Iniziare ad essere più affettuosi con noi stessi e quindi imparare a distinguere ciò che merita considerazione da ciò che deve essere ignorato.

Molte volte commettiamo degli errori. Investiamo tempo e attenzioni in qualcuno che consideriamo speciale, nella certezza che prima o poi saremo ricambiati.

Immaginiamo finali da favola, proiettiamo le nostre illusioni su persone fondamentalmente diverse da noi, crediamo nell’irrealtà e puntualmente arrivano le delusioni.

Ma nessuno è immune all’illusione; semplicemente perché amare, anche se è un rischio, rimane il più grande combustibile della vita.

Non aspettarti mai nulla in cambio. Non aspettarti la reciprocità. Non aspettarti premi e ricompense per quello che doni gratuitamente.

Fai ciò che desideri, dona ciò che vuoi donare, ma non crearti illusioni e aspettative, non aspettarti di vedere riconosciute la tua gentilezza e la tua bontà.

Un cuore gentile ti renderà migliore, ma non ti porterà applausi e riconoscimenti. Quindi sii premuroso, ma prenditi cura di te stesso.
Non anteporre i bisogni altrui ai tuoi bisogni. Troppo spesso non ne vale la pena.

Ricorda sempre che non devi essere utile per essere amato; chi ti ama davvero non si cura della tua utilità, ti ama per quello che sei.

Per essere sereno impara a bastarti, ad aver amor proprio, ad essere amico del tuo io più profondo.

Smetti di essere troppo esigente con te stesso, di desiderare la perfezione.

Rispetta i tuoi limiti e soprattutto, lasciati alle spalle chi maltratta il tuo cuore.